Orizzonti di ghiaccio

“Non riesco a immaginare niente di più terribile della routine quotidiana. So che è ingiusto, ma non mi vergogno del mio rigetto. I lavoratori della nostra valle non hanno tempo di pensare al significato della nostra esistenza. Sono troppo occupati a fare cose essenziali. Al contrario, io sono un figlio tormentato di una generazione che deve chiedersi che senso ha seguire una professione non amata in un mondo che attraverso una mentalità materialistica diventa ogni giorno più odioso. Alla mia esistenza nessuno darà un significato, devo trovarlo io.”

Reinhold Messner in Orizzonti di ghiaccio (1982) sul motivo della sua decisione di scalare l’Everest da solo senza ossigeno, cosa che a quel tempo nessuno aveva mai concluso con successo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

E lascia due righe di commento, daaai!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...