Facebook

Questo fine settimana mi sono sentita dare della ignorante perche’ non ho facebook.

Non ho mai risposto alle provocazioni di gente cosi’. Non mi ha mai dato fastidio che la gente mi consigliasse di iscrivermi perche’ e’ piu’ facile rimanere in contatto. Ma non accetto che mi si dia dell’ignorante perche’ scelgo di non fare parte della rete di facebook.

Non voglio dire a duecento contatti dove vado e cosa faccio. O magari lo voglio ma senz’altro non con un messaggio comune a tutti I duecento. Ho un blog, ed e’ privato per questo motivo. Prima non era privato ma era stato concepito per essere per un numero selezionatissimo di persone.

Non voglio leggere che Tizio ha voglia di pizza, o che Caio ha schiacciato una merda per strada.  Se Tizio e Caio vogliono dirmi che hanno voglia di pizza e schiacciano merde mi possono mandare una mail. Se mandarmi una mail e’ troppo sbattimento allora vuol dire che la cosa non e’ importante, o che non ci tengono cosi’ tanto che io lo sappia.

Non voglio preoccuparmi di leggere di tutte le potenzialita’ di facebook, e di tutti I cambiamenti di privacy che posso apportare alle impostazioni perche’ HO ALTRO DA FARE.

Non voglio selezionare fra duecento contatti le persone che voglio che sappiano quella determinata cosa perche’ HO ALTRO DA FARE.

Non voglio vedere la foto di una conoscente che sorride in una moschea turca con il viso coperto da araba perche’ NON MI INTERESSA.

Non voglio dare la possibilita’ a gente a caso di propinarmi informazioni inutili. Non voglio perdere il tempo che si impiega nel cliccare “ignora” e non voglio rispondere alle domande di chi vuole sapere perche’ non sono nella loro lista di amici.

Quello che voglio e’ sapere come sta la gente che conta per me. Sapere se hanno bisogno di qualcosa. O sentire le loro opinioni su faccende che mi interessano. O dare la mia opinione a chi me la chiede. O chiedere aiuto se sto male. Tutto questo a persone ben precise.

A tutti quelli che mi dicono che tutto questo si puo’ fare su facebook rispondo che probabilmente hanno ragione, ma solo perdendo un sacco di tempo a selezionare fra montagne di spazzatura.

Io chiedo scusa se ho offeso chi fra I lettori di questo blog usa facebook. E chiedo scusa se quello che ho scritto suona arrogante. Voglio essere libera di fare una scelta come la fanno tutti quelli che scelgono di avere facebook, perche’ la mia scelta e’ supportata da pensieri ben precisi e non (come qualcuno crede) dalla fasulla presunzione di farmi notare andando controcorrente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

15 risposte a Facebook

  1. alessiaton ha detto:

    Non ho fb. Idem come sopra.

  2. damanera70 ha detto:

    a me facebook non interessa

  3. damanera70 ha detto:

    non ho nemmeno la televisione perche’ non mi interessa nemmeno quella
    ho comprato il cellulare nel 2003 quando mi sono trovata nella situazione pratica di averne bisogno
    lo stesso per il “corredo”, quando sono andata a vivere con Loricott ci siamo comprati 3 completi di lenzuola: uno in uso, uno a lavare e uno di scorta
    pensa che fortuna hai: chi ti critica perche’ non hai facebook non ti importunera’ su facebook 🙂

  4. nordkappp ha detto:

    alessiaton e damanera: grazie per il supporto!!!
    damanera: non sai quante me ne sono sentite perche’ non ho la televisione.

  5. loricott ha detto:

    Mentre quelli che hanno un account FB, invece….

    Ma te l’immagini? Aprono l’account e — zac! — subito sono svegli come nemmeno un Premio Nobel. 😀

    Ma almeno!

  6. tytania ha detto:

    Intanto: uffa col blg privato i tuoi post non mi vanno nei feed e succede che li vedo ogni morte di papa! Scusami. Adesso mi aggiorno.
    Per quanto riguarda fb sono perfettamente d’accordo. Io adesso ho un account fb perche’ l’insegnante di danza del ventre mette li’ le musiche da scaricare, le creografie e i cambiamenti d’orario, ma tutto quello che dici e’ verissimo! Infatti il mio account e’ quasi segreto! C’e’ gente che mette ogni sorta di stronzate! Credo siano malati.

    • nordkappp ha detto:

      🙂 Mi mancava la tua presenza! E trovo curioso il fatto che di solito mi trovo da sola contro tutti a difendere la mia scelta di fb (ieri una contro sette) mentre qui non c’è ancora nessuno che lo ha difeso fino ad ora. Al di là di cosa uno pensi di fb – accetto ovviamente opinioni diverse, ma non che mi se dica cosa devo fare.

  7. michelina77 ha detto:

    concordo a pieno Raffolina con quanto dici e con gli altri commenti, trovo che Fb sia una scelta personale come un paio di scarpe o il colore dei capelli se vuoi farti rosa shocking, e come ogni altra scelta va rispettata e non imposta. Io parlo con account Fb esistente ed attivo, me lo gestisco a modo mio e spesso mi sento dire che per come lo uso potrei farne a meno ma chissene, io lo uso per me non per gli altri, e certo l’ultima cosa che mi passerebbe per la testa è giudicare in base a chi trovo o meno in rete in un social. Cmq tranquilla, io subisco regolarmente commenti analoghi ai tuoi non su fb ma sul tema i-phone….. 😉

  8. carlo1501 ha detto:

    Avanti per la tua strada!
    Sostenere che se non si ha FB non si è nessuno è veramente pazzesco!
    Penso che ognuno abbia (ancora) la libertà di fare quello che vuole dei social network, e non per questo essere meso alla gogna!
    Il problema è che ci si ferma sempre e solo alle apparenze:
    non hai facebook? non twitti? non hai un i-phone? un i-pad? una macchina? uno schermo da 50”? noooooo ma allora non sei nessuno!
    Penso che mi interessa di più sapere cosa pensa, chi è, come è la persona che ha in mano quell’i-phone o uno scrauso nokia, che lavora su fb o che usa la macchina da scrivere, che se ne va in giro in bici….e non come si “veste”!
    Tanto fuori dal mondo?

    • damanera70 ha detto:

      Fuori dal mondo degli imbecilli apparenti…meno male!
      Ai tempi dell’universita’ e del primo impiego giravano battute un po’ da caserma su proporzionalita’ INVERSA tra la potenza dell’auto e la potenza del maschio (NON “uomo”) che la guida. Direi che lo stesso principio si puo’ applicare ai gadget. 😀

  9. damanera70 ha detto:

    Chi non e’ nessuno ha bisogno di mostrare i gadgets, chi e’ cosciente di se’ fa quello che gli pare e usa gli strumenti che gli servono. Farsi gli affari propri, no eh?

    • nordkappp ha detto:

      Infatti cara DamaNera (e carlo) é proprio questo il punto: FARSI GLI AFFARI PROPRI!!!! Non credo proprio che sia concepibile di questi tempi.

      • damanera70 ha detto:

        Sui social network sicuramente no: le sciure moderne spettegolano via internet invece che dalla parrucchiera.
        Chi invece usa gli strumenti informatici tecnologici in modo furbo fa poco chiasso.

  10. Anna8 ha detto:

    Arrivo tardi ma dico la mia lo stesso: condivido e concordo. Fai come ti pare e usa la tecnologia per quello che vuoi: divertimento o lavoro che sia; l’importante é usarla con uno scopo. Gli altri che si arrangino.
    Io usavo pochissimo FB (2 volte l’anno), pensavo di chiudere e via, non mi interessa, non mi serve, non mi diverte. Ma poco tempo fa varie parti di famiglia mi hanno chiesto di tenere sotto controllo la nipotonzola che a breve entrerá nell’etá stupida e ha un account FB. Toglierá l’accesso alla mamma, ma non alla zia, sperano loro. Vedremo.
    Anche noi qui senza TV e anche noi veniamo guardati come marziani da molti, non da tutti per fortuna :).
    Gente, tiriamo dritto per la nostra strada sfruttando sempre quel famoso neurone e mezzo che abbiamo in dotazione!

E lascia due righe di commento, daaai!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...