Man in the white van

Sono a Londra per una giornata di audit. Il mio hotel e’ a circa 2km dall’edificio; nonostante tacchi alti e power dressing decido di andare a piedi: l’idea di insardinarmi nella Hammersmith and City Line mi pare un’opzione meno attraente. Mentre cammino litigo con il mio trolley, decisamente troppo pieno e con una rotella quasi uscita dalla sua sede. Mi fermo un attimo al lato del flusso frenetico di passanti per sistemarlo per l’ennesima volta e cristare in santa pace quando qualcuno mi grida da un furgone bianco fermo nel traffico all’altro lato della strada. Non capisco cosa dice fra il rumore del traffico e della citta’ e gli faccio segno di ripetere con un scusi? L’uomo si sporge dal finestrino e con un sorriso a trentadue denti mi grida:

You are GORGEOUS

Restituisco il sorriso e con un thank you imbarazzato riprendo per la mia strada. Penso che quell’uomo ha fatto la stessa cosa mille volte, probabilmente anche questa mattina stessa, sghignazzando con il collega a fianco, cercando di dare una senso al lento guidare nel traffico londinese. Ad ogni modo mi tengo stretto il complimento e sorrido compaciuta. E poi penso che adoro la parola gorgeous; mi ricorda una bellissima canzone di tanto tempo fa che ancora di tanto in tanto canticchio fra me e me.

Ed ora, mentre sono qui a farmi grigliare da un noiosissimo auditor, sorrido e penso…Man in the white van – you have made my day!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

E lascia due righe di commento, daaai!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...