Rigidità

Qui in UK se porti i figli in vacanza durante l’anno scolastico sei costretto a pagare una multa fino a mille sterline. Questa è una legge entrata in vigore lo scorso settembre.

Certamente questo dimostra come l’istruzione sia da mettere di fronte a tutto. Sicuramente una buona cosa. Però io non posso credere che sia passata una legge così.

E se il tuo lavoro non ti permette di prendere ferie proprio durante le pause scolastiche?

E se lavori in un ufficio in cui tutti hanno figli che vanno a scuola? Che fa si ferma l’ufficio? O forse niente vacanze fino al tuo turno??

E se la tua famiglia non si può permettere una vacanza nei periodi di punta?

Io non credo in imposizioni così rigide. Dico che dipende. Dipende da quanto è lunga la vacanza, e da quanto spesso lo fai.

I miei per tre anni di fila ci hanno portato in vacanze all’estero nel periodo di Pasqua. Per tre anni di fila abbiamo perso dai 3 ai 4 giorni scolastici. Mai a me nè ai miei fratelli è entrata in testa l’idea che l’istruzione non fosse importante. Mai nè io nè i miei fratelli siamo stati bocciati a scuola.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Rigidità

  1. damanera70 ha detto:

    Non so quali siano i problemi in UK, probabilmente dipende dalle zone, dalle fascie sociali.
    Perdere 3 giorni di scuola per una vacanza una volta all’anno non e’ un problema, fare ogni tanto un paio di settimane di assenza per andare a fare la settimana bianca e il viaggio ai caraibi, perche’ “tanto chissenefrega, la scuola non e’ importante” mi sembra diseducativo e darei una pedata ai genitori. Magari ci sono casi di famiglie con grossi problemi (violenze, disoccupazione, alcolismo?), in cui i genitori non si preoccupano (non possono, non vogliono, non riescono, non gliene frega niente) che i figli vadano a scuola, da cui lo spauracchio della legge e della multa e la possibilita’ dell’intervento delle autorita’.
    Io considero l’impegno della scuola di mio figlio come il suo lavoro e lo equiparo al mio (mi ha detto “il mio ufficio e’ la scuola”): non posso pretendere che si impegni a scuola se io gli mostro che non e’ importante e ci si puo’ assentare un paio di settimane (NON un paio di giorni!) per andare in vacanza. Mi sembra anche apprezzamento e rispetto per il servizio di istruzione che mi offre la scuola (pretendo che sia buono ed efficiente, lo rispetto per il suo valore).

  2. alessiaton ha detto:

    Voglio anch’io essere convinta che ci sia una ratio come quella descritta da damanera70 dietro a quella legge. Non dimentichiamoci che una classe disomogenea tende ad avere più difficoltà: insomma, chi non riesce a stare al passo col resto della classe (per n motivi) rallenta l’intera classe. Ora, se è per un problema di assenze, bisogna fare qualcosa! Quello che mi domando è: come appurano che ho portato mio figlio in vacanza? E se ho detto che è malato invece sono andata due settimane a sciare?

    • nordkappp ha detto:

      Me lo sono chiesto anch’io. Onestamente non lo so, ma sicuramente ci sono delle sezioni apposta dei servizi sociali che vengono a casa a controllare. Anche in Italia in teoria ci sono queste cose in relazione alle assenze dal lavoro ma in pratica non so quanto spesso succeda; qui invece e’ molto comune e sei ti sei dato per malato ti devi aspettare una visita. Immagino che sia cosi’ anche per le scuole. Non credo che accada se tuo figlio rimane a casa un giorno, ma sicuramente se l’assenza e’ di diversi giorni scatta qualcosa. Le multe ci sono state eccome, anzi, in questi giorni c’e’ un caso che sta destando scalpore di questa famiglia che e’ stata multata di £1,000 e che si rifiuta di pagare.

E lascia due righe di commento, daaai!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...