Ritorno

Manco da molto. Non perche’ non abbia avuto niente da dire da oltre un anno, ma perche’ sono stata travolta dal vortice violentissimo di cose da fare nella mia nuova vita da “proprietaria di casa” e da “professionista operante nel settore delle costruzioni”.

Il cambiamento e’ stato fantastico e posso dire di essere felice. Si’ sono felice. Forse quando uno e’ felice sente meno il bisogno di scrivere, perche’ non c’e’ bisogno di guardarsi dentro per capire cosa manca.

Ora pero’ ho talmente tante cose da dire che vorrei scrivere un libro.

Ma facciamo poco per volta. Dunque: casa. Fantastica! La mia casa e’ bellissima. In una zona di Manchester che adoro follemente. Ma le cose belle non vengono senza prezzo. Sto avendo qualsiasi tipo di problema: perdite d’acqua, boiler malfunzionante, lotte spietate con la compagnia di taxi di fronte, ratti nei muri (scommetto che questa non l’avevate mai sentita!). Devo dire che a volte lo sconforto prende il sopravvento, come questa settimana per esempio, quando troppe cose e troppo contemporaneamente capitano e non stai a galla. Pero’ quando penso che tutto questo e’ per avere questa casa tutto passa, perche’ ne vale la pena. Perche’ e’ bello aprire la porta e sapere che queste quattro mura sono mie e che nessuno puo’ mandarmi via, e che posso farci quello che voglio, colorare i muri di viola se voglio, e appendere tutto quello che mi va, e scegliere come arredarla. Non me ne e’ mai fregato niente di mobili, giardino, soprammobili, eppure la settimana scorsa mi sono ritrovata a comprare UNA VASO. Si’ un vaso. Incredibile. Non avrei mai pensato che sarei arrivata al punto di comprare un vaso.

Ho imparato molte cose in questo anno e mezzo, ma direi che le principali sono tre:

  1. La manodopera non ti richiama mai. Cioe’, se chiami un idraulico perche’ hai una perdita d’acqua e ti dice che ti richiama perche’ in quel momento e’ impegnato, scordatelo, non lo fara’. Dovrai richiamarlo tu ripetutamente prima che si degni di avere una conversazione con te o addirittura darti un appuntamento. Anche quando prometti di pagare profumatamente.
  2. La vernice una volta che e’ sul muro assume un colore completamente diverso da quello sul contenitore o sul cartoncino del campione. Questo l’ho imparato a caro prezzo, dopo avere comprato 80 sterline di un colore che per me era grigio ma che poi sul mio muro e’ diventato violetto da donna anziana. Prima di accorgermi avevo gia’ dipinto tre pareti, e mi sono costate tre mani di un altro colore per farlo scomparire completamente. Che fatica!
  3. La gente non si fa nessun problema a parcheggiarti davanti a casa bloccandoti dentro la macchina. Questa forse e’ la cosa che trovo piu’ scioccante.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

E lascia due righe di commento, daaai!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...